BENVENUTI
nel sito ufficiale dell'ANCREL:
la professionalità al servizio della pubblica amministrazione locale.
Non sei ancora nostro socio?
Panes Content Table
NECESSITA’ DI UN LIMITE MINIMO PER IL COMPENSO DEI REVISORI
01/06/2017

La Corte dei conti Sezione regionale di controllo per la Lombardia con la deliberazione n.107/2017 che si allega, ha ritenuto che la fissazione di un limite massimo, che non si accompagni ad una simmetrica fissazione di un limite minimo rischia  di non apparire più coerente con l’attuale sistema di nomina basato sul sorteggio, posto che l’ente potrebbe disattenderne di fatto gli obiettivi, stabilendo per il revisore sorteggiato (e magari non gradito) un compenso non congruo rispetto all’impegno professionale richiesto così da poter indurre quest’ultimo a rinunciare all’incarico a fronte del rischio di incorrere in responsabilità non compatibili con la remunerazione percepita.

Secondo i magistrati contabili il limite minimo al compenso dei componenti dell’Organo di revisione degli enti locali potrebbe essere ragionevolmente individuato nel limite massimo della fascia demografica appena inferiore della griglia definita dal DM 20 maggio 2005.

Sostiene la Sezione che “La necessità di individuare un limite minimo risulta quindi imposta, non solo dall’esigenza di assicurare l’indipendenza all’Organo di revisione, ma anche da quella di ricondurre a razionalità un sistema che, viceversa, potrebbe prestarsi ad applicazioni distorsive,in spregio ai principi di rilevanza costituzionale di parità di trattamento e di adeguatezza della retribuzione alla quantità e qualità del lavoro svolto.

Del resto una interpretazione sistematica della normativa sulla determinazione del compenso dei revisori nel senso sopra accennato appare preferibile in riferimento ad un istituto,quale quello della revisione contabile degli enti locali, che appare sempre più attratto nella dimensione pubblicistica non solo per le funzioni esercitate, ma anche per il metodo di nomina,sottratto all’autonoma scelte dell’ente (cui si è in precedenza accennato).”

La Sezione, in considerazione della rilevanza della questione trattata e del contrasto della soluzione prospettata con una precedente deliberazione di altra Sezione regionale, ha ritenuto  opportuno che la stessa sia sottoposta alla Sezione delle Autonomie o alle Sezioni riunite.

SCARICA LA DELIBERA

Scarica File
CONVENZIONI
Sponsor
©2016 ANCREL Sede amministrativa c/o Studio Rag. Antonino Borghi Via Baiesi 19 – 40010 Anzola Emilia (BO) Tel. 348 8161522
Fax 051 19901830 - codice fiscale: 96163510587 – partita IVA: 02162831206
RICHIESTA INFORMAZIONI

* tutti i campi sono obbligatori